Monumento ad Antonio Perdichizzi

monumento_perdichizzi_1

Il monumento funerario al pittore Antonio Perdichizzi si trova vicino alla chiesa di Santo Spirito nel cimitero di Sant’Orsola. È opera dello scultore palermitano Giovanni Nicolini (1872-1956) ed è formato da due parti, la prima con una grande croce latina al centro della quale sono scritti nomi e date di nascita e morte del defunto.

monumento_perdichizzi_2

La seconda parte è formata dalla scultura “La lampada spenta”. L’allegoria rappresenta un giovane accovacciato, le gambe piegate e avvolte da un tessuto.

Epigrafe:
ANTONIO PERDICHIZZI / 1837 – 1909

2016JA7080_2500
5622-1938  Monument to Prof. Perdichizzi by Giovanni Nicolini titled ‘The Spent Lamp’, in the cemetery at Palermo © Victoria and Albert Museum, London

Questa foto in bianco e nero fa parte delle collezioni del V&A Museum di Londra. Fu mandata da Nicolini stesso a William Kineton Parkes (1865–1938), scrittore, storico dell’arte et bibliotecario britannico. Lo studioso, molto rinomato per i suoi scritti sulla scultura, aveva mandato negli anni 20 dei questionari (redatti in inglese e francese) a vari scultori chiedendo informazioni sulle loro carriere e fotografie dei loro lavori. Più di 300 scultori da 23 paesi risposero, fra cui l’artista palermitano che gli mandò numerose fotografie delle sue opere ma purtroppo non rispose al questionario. L’intera collezione fu lasciata in eredità da Kineton Parkes al Victoria and Albert Museum nel 1938 e rappresenta uno spaccato estremamente interessante della scultura dell’epoca e delle tecniche utilizzate dagli artisti.

Mentre la descrizione dell’inventario indica il nome dell’opera, non è precisato in quale cimitero di Palermo si trova. Inoltre il piccolo monumento funebre non è stato fotografato in situ ma in uno studio, come lo dimostra lo sfondo nero. Sono 24 le fotografie di sculture di Nicolini presenti nella raccolta del museo londinese, e vi figurano varie tipologie: busti, monumenti commemorativi e opere monumentali. Alcuni sono ripresi nella loro collocazione definitiva, altri fotografati in uno studio.

Antonio (o Antonino, come a volte si trova scritto) Perdichizzi (1837-1909) era un pittore palermitano. Allievo di Andrea D’Antoni e Salvatore Lo Forte, si perfezionò a Firenze e a Napoli, dove studiò con Domenico Morelli. Dipinse quadri di soggetto storico come II caso di Sciacca e numerosi ritratti. A Palermo, suo dipinto La Traviata si trova nei depositi della Galleria d’Arte Moderna (aperti al pubblico ogni seconda domenica del mese con una visita guidata), un quadro ad olio intitolato Devozione popolare per Garibaldi (vedi scheda alla pag. 93 di Garibaldi e i Mille: un’impresa da catalogare) è esposto nel Museo del Risorgimento, mentre Palazzo Comitini custodisce un Ritratto d’uomo.

Ubicazione: vicino alla chiesa di Santo Spirito nel cimitero di Sant’Orsola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: